Analisi e Ricerche di Laboratorio

Prof. Franco Schettini

Università di Bari
1ª CLINICA PEDIATRICA / Ist. PEDIATRIC CLINIC
Policlinico, Piazza Giulio Cesare
70124 Bari, Italia
Tel. 360643 – 364088

Bari, 15 Ottobre 1982

Durante il periodo neonatale e nei primi mesi di vita è frequente osservare lesioni cutanee transitorie che però possono diventare punto di partenza per infezioni diffuse della cute.

La dermatite del pannolino è una reazione cutanea localizzata alla sede normalmente ricoperta dal pannolino per la quale esistono fattori predisponenti e fattori attivanti.

La macerazione della cute provocata dal continuo contatto delle urine e delle feci, l’attrito e la ritenzione di sudore sono responsabili di alterazioni cutanee morfologiche che variano da eritema diffuso a lesioni infiltrativi nodulari che facilmente si trasformano in pustolose o bollose per sovrapposizione batterica o micotica.

La polvere dermica all’argilla è stata utilizzata per un periodo di 3 mesi nella Div. di Assistenza Neonatale (frequenza media delle nascite 270 al mese) in neonati allattati al seno e con formula adottata allo scopo di prevenire l’eritema gluteo e le successive lesioni cutanee frequenti nei primi giorni di vita.

Il preparato si è dimostrato efficace nel prevenire e nel trattamento dell’eritema gluteo del neonato in tutti i casi indipendentemente dal tipo di alimentazione, soprattutto nei casi in cui era presente un aumento del numero delle scariche e una erosione superficiale della cute.

Nelle zone cutanee sottoposte ad attrito e/o decubito e a ritenzione di sudore l’uso della polvere dermica all’argilla ha permesso una notevole riduzione delle lesioni cutanee non solo di tipo irritativo ma anche di tipo infiammatorio. La frequenza di dermatici batteriche o da miceti nel gruppo di neonati controllati è stata praticamente nulla.

Nell’esantema tossico del neonato l’uso sistematico della polvere dermica all’argilla si è dimostrato utile nella riduzione delle manifestazioni eritematose e nella risoluzione più rapida degli elementi cutanei.